Migliori bici elettriche: modelli, prezzi, offerte e recensioni

Le bici elettriche uniscono la forza muscolare impiegata per la pedalata all’assistenza da parte di un motore, si parla quindi di biciclette a pedalata assistita.

Spesso si pensa erroneamente che le e-bike non richiedano sforzo, chiariamo subito questo concetto: il motore elettrico si attiva solo quando pedaliamo e non sostituisce, quindi, la pedalata, ma la facilita.

Caratteristiche di una Bici Elettrica

Una e-bike possiede un motore elettrico alimentato da una batteria e controllato da una centralina, dei comandi posizionati sul manubrio e dei sensori che in sinergia con la centralina permettono il corretto funzionamento del motore.

Bestseller No. 1
Momo Design Venezia, Bicicletta elettrica a pedalata assistita Unisex Adulto, Nero, Unica
  • Telaio in acciaio, ruote 26" x 1,75", parafanghi in acciaio
  • Motore posteriore 250 W, freni V-Brake, luci LED
  • Batteria ricaricabile, ioni di litio 280 wh, estraibile con chiusura di sicurezza
Bestseller No. 2
F.lli Schiano E- Sky, Bicicletta elettrica Pieghevole Unisex Adulto, Bianca, 20''
  • Il telaio in alluminio con un design basso, facilmente ripiegabile, fa di questo modello una bicicletta adatta a tutti I ciclisti, specialmente per la città
  • Il motore: potente motore posteriore SHENGYI DGWH2 da 250W che offre una lunga durata ed alte prestazioni e che può raggiungere una velocità massima assistita fino a 25 km/h
  • La batteria: batteria a litio GREENWAY EF-3 da 36V 7.8Ah 280.8Wh comodamente alloggiata sotto la griglia portapacchi con catarifrangenti integrati
OffertaBestseller No. 3
I-Bike, Mountain Mud Unisex adulto, Nero Bianco Giallo, Unica
  • Mountain bike con ruote da 29"
  • Telaio in acciaio con forcella ammortizzata e cambio 3x7 velocità
  • Pendenza superabile 10%

Motore e batteria

Esistono principalmente due tipi di motore, quello a spazzole e quello brushless. Il primo tipo è caratterizzato da una minore efficienza perché è soggetto a dissipazione di energia sotto forma di calore, inoltre rispetto a quello a induzione produce più rumore durante l’utilizzo. Per questo motivo il mercato si sta orientando sempre di più verso la tipologia brushless. Il posizionamento del motore può variare, ci sono modelli in cui è posizionato nel mozzo anteriore o posteriore, altri in cui assume una posizione centrale e altri ancora in cui è localizzato vicino al copertone.

La batteria è la seconda componente fondamentale della bici elettrica, anche in questo caso la sua posizione è variabile, può andare a sostituire il porta borraccia, essere posizionata nel portapacchi, sotto il sellino o ancora essere completamente integrata nel telaio.

L’autonomia dipende da diversi fattori come il carico, il dislivello del tracciato e la temperatura ambientale, in genere le e-bike vanno da modelli con percorrenze di 20-40 km ad altri con batterie con maggiore capacità che permettono di raggiungere 50-100 km.

Centralina e sensori

La centralina, che può essere interna o esterna, regola l’assistenza alla pedalata da parte del motore in base alle diverse situazioni e sfruttando i dati che riceve dai sensori. Quella interna sarà integrata al motore o alla batteria, a differenza di quella esterna che potrà essere collegata via cavo o anche wireless.

I sensori rilevano diversi fattori come la frequenza della pedalata, la velocità di crociera, la frenata e la pressione esercitata sui pedali. Il sistema di pedalata assistita, o PAS, misura il ritmo della pedalata e si trova in genere in prossimità del motore. Un sensore apposito rileva la frenata e comunica alla centralina di interrompere l’assistenza, questo può trovarsi in prossimità delle pinze o, più comunemente, essere integrato nelle leve dei freni. Il sensore di coppia permette di calcolare la forza istantanea sui pedali, a differenza del PAS che misura invece la frequenza di pedalata al minuto.

Bici Elettrica

Bici Elettrica

Il quadro dei comandi può essere digitale o analogico, in quest’ultimo caso si avranno diversi livelli di assistenza, ma nessuna indicazione sullo stato della batteria. Più comunemente si ha un quadro digitale con un display integrato in cui vengono indicate oltre alle informazioni primarie, ossia livello di assistenza e di carica della batteria, anche altre aggiuntive come velocità, GPS, orologio e tanto altro.

Telaio e freni

Il telaio può essere in acciaio, titanio, alluminio e carbonio, sicuramente il più utilizzato è l’alluminio perché riesce a mantenere costi contenuti e resiste alla ruggine. Il materiale migliore è invece, sicuramente il titanio, perché leggero e robusto, ma ha costi elevati che lo fanno risultare proibitivo, stesso discorso vale per il carbonio. Infine, l’acciaio pur essendo economico e durando a lungo, tende ad essere troppo pesante per lo scopo.

I freni possono essere tradizionali, come i V-brake, o a disco, per andare incontro ad ogni situazione sono da preferire quelli a disco.

Come funzionano le Bici Elettriche

La caratteristica del motore di un’e-bike è quella di entrare in funzione durante la pedalata e di disattivarsi automaticamente quando viene raggiunta la velocità di 25 km/h, come stabilito dalla normativa europea.

Esistono due tipologie principali di attivazione della pedalata assistita, la prima, più semplice, che si basa sulla frequenza della pedalata e la seconda, invece, tiene conto dello sforzo effettuato. Nell’ultimo caso, quindi, il motore si attiverà solo quando è veramente necessario e la potenza erogata sarà proporzionale allo sforzo.

E-bike: come sceglierla

La scelta della bici elettrica ideale dipende dal tipo di utilizzo, ci sono quelle pensate per essere usate in città, quelle più adatte a lunghi viaggi e quelle da trekking. Per la scelta si dovrà quindi tenere conto delle proprie necessità: per percorsi brevi va bene una qualsiasi e-bike, mentre per percorsi che superano le decine di chilometri è meglio puntare su quelle di fascia più alta e che abbiano soprattutto una buona autonomia. Per quanto riguarda la tipologia di utilizzo, invece, un modello pensato per il trekking avrà come punto forte la comodità e delle sospensioni adatte, al contrario una e-bike da città avrà una posizione di seduta più eretta rispetto alla precedente.

Quali sono i vantaggi di una bici elettrica e perché preferirla a una tradizionale?

La bici elettrica è ideale per spostamenti brevi o lunghi, perché facilita la pedalata rendendola meno faticosa e adatta anche per percorsi in salita. L’e-bike, inoltre, è indicata per ogni tipo di esigenza, in base ai diversi modelli si potrà optare per una classica city bike o per una da cicloturismo.

L’e-bike è perfetta come mezzo per andare a lavoro, perché è più vantaggiosa rispetto ai mezzi pubblici e all’automobile, ci evita la ricerca del parcheggio, e rispetto a una bici classica ci permette di arrivare a destinazione meno affaticati.

Bestseller No. 1
Momo Design Venezia, Bicicletta elettrica a pedalata assistita Unisex Adulto, Nero, Unica
  • Telaio in acciaio, ruote 26" x 1,75", parafanghi in acciaio
  • Motore posteriore 250 W, freni V-Brake, luci LED
  • Batteria ricaricabile, ioni di litio 280 wh, estraibile con chiusura di sicurezza
Bestseller No. 2
F.lli Schiano E- Sky, Bicicletta elettrica Pieghevole Unisex Adulto, Bianca, 20''
  • Il telaio in alluminio con un design basso, facilmente ripiegabile, fa di questo modello una bicicletta adatta a tutti I ciclisti, specialmente per la città
  • Il motore: potente motore posteriore SHENGYI DGWH2 da 250W che offre una lunga durata ed alte prestazioni e che può raggiungere una velocità massima assistita fino a 25 km/h
  • La batteria: batteria a litio GREENWAY EF-3 da 36V 7.8Ah 280.8Wh comodamente alloggiata sotto la griglia portapacchi con catarifrangenti integrati
OffertaBestseller No. 3
I-Bike, Mountain Mud Unisex adulto, Nero Bianco Giallo, Unica
  • Mountain bike con ruote da 29"
  • Telaio in acciaio con forcella ammortizzata e cambio 3x7 velocità
  • Pendenza superabile 10%